Il tramonto

Il tramonto piace a tutti e rende chiunque un grande fotografo. O ci piace crederlo

Sicuramente il più straordinario momento della giornata, il tramonto di straordinario non ha niente. Anzi, accadendo ogni giorno, 365 giorni all’anno per tutti gli anni da che mondo è mondo, è invero molto ordinario.
A volte si fa ammirare glorioso, a volte la foschia o il maltempo lo guastano, però lui, fisicamente parlando, c’è sempre.

 

Perché piace tanto?

Perché è poetico, perché tinge tutto di rosso, un colore caldo che rende tutti più belli e saporosi. Presente la luce fredda dell’obitorio? Ecco, il contrario. Il fuoco scalda e piace. Il ghiaccio e il freddo son buoni per sciarci, ma rendono tutto molto cadaverico, signora mia.
È un perfetto soggetto fotografico: dopo i gatti e i neonati, ma forse a parimerito, è strafacile da fotografare. Sta là sullo sfondo, dà uno spessore fisico e cromatico all’atmosfera, pare che le macchine fotografiche le abbiano inventate solo per ritrarlo (pure in bianco e nero ti pare di vederlo colorato. Non è vero — forse ai tempi del bianco e nero rompevano meno le palle con le foto dei tramonti).
Il risultato è sempre garantito: qualsiasi macchina fotografica, anche la più scassata, fa foto decenti del tramonto. Perché nel tramonto non ci sono dettagli, è tutto rosso, tutto sparato, tutto ipersaturo, tutto esagerato. Quando eravamo bambini cosa disegnavamo? La montagna la casa il sole l’erba il fiume. Ecco, il tramonto è la versione adulta dei nostri disegni da bambini: ci sono il sole, delle sagome di persone e montagne. Basta. Tutto è facile e comprensibile. I gatti sono imprevedibili, i bambini sono teneri e coccolosi ma non stanno mai fermi. I tramonti son là: si pavoneggiano per 10 minuti e poi ciao, ci vediamo domani.

 

La perfezione è noiosa

È perfetto e come ogni cosa perfetta è anche noiosa: lo guardi 15 secondi e poi dici “Ok, per l’aperitivo dove si va?”. Perché il tramonto è un avvenimento quotidiano e sempre straordinario che va assaporato nel suo potente dispiegarsi: dura dieci minuti? Per tutti 10 gli devi dare soddisfazione: stai a guardarlo. Guarda come cambiano i colori, guarda come il buio annulla ogni cromia. Se fai una foto non hai capito niente. Se pensi d’essere un fotografo perché fai belle foto di tramonti non hai capito niente. L’unica foto di tramonto interessante è quella della spiaggia e della palla rossa infuocata sullo sfondo. E di un cadavere in primo piano.

IT
EN IT

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.