Title

La zanzara

Excerpt

Date

Text

Per prendere alla sprovvista il lettore, parlerò dei lati positivi della zanzare:

I lati negativi

La zanzara merita il titolo di coso volante più detestato al mondo. Non è amato da nessuno, avrà pure una sua funzione nel mondo animale e all’interno della catena alimentare, però se non ci fosse nessuno la rimpiangerebbe.

Del resto chissà quante altre specie si sono estinte ed erano altrettanto odiose. Non lo sapremo mai, ma siamo grati all’evoluzione che se ne sia sbarazzata.

Quindi che senso ha parlare della zanzara? Tutti sanno quanto sia insopportabile con quel suo lento e silenzioso e spietato lavorio: ti si posa sul braccio o sulle dita, sulle caviglie o sulle palpebre e non te ne accorgi nemmeno tanto è leggera e silenziosa. Fino a che non ti pianta nella carne il suo pungiglione e ti succhia il sangue. Dracula almeno c’ha costruito una carriera dai forti chiaroscuri teatrali dalla sua perversione, ma la zanzara? Prende e basta, la zoccola.

Ci sono diversi tipi di zanzara:

  1. Zanzara Insidiosa.
    Silenziosa, leggerissima, non produce praticamente suono. Un vero killer che colpisce implacabile. Ti accorgi di lei solo dopo che ha colpito.
  2. Zanzara blindata.
    Confesso di provare un certo rispetto per questa categoria. È capace di penetrare qualsiasi tessuto, jeans compresi. Te ne stai tronfio e beato, tutto paludato nei tuoi strati protettivi e lei riesce a penetrarli come non esistessero. I proiettili con testata all’uranio impoverito penetrano le corazze dei carriarmati. Le zanzare blindate penetrano i proiettili con testata all’uranio impoverito, per dare un’idea.
  3. Zanzara puttana.
    In assoluto la più diffusa. Il nome le è stato assegnato automaticamente da ogni essere umano che ne sia stato vittima. È diffusa, trans-categoria, generica. Tutti la chiamano così. Anche i preti, ma poi si confessano.
  4. Zanzara morta.
    La preferita da tutti. Contrariamente alle colleghe, è bidimensionale, perché una manata l’ha spianata. Non è bella così? Non vola, non punge. Ormai è morta. È quasi bella. Quasi.

La zanzara esiste solo d’estate. Cioè, immagino esista tutto l’anno, ma in inverno ha un piccolo piumino per proteggersi e quindi non riesce a volare. Sarà per quello che quando lo toglie è così irritabile e punge qualsiasi cosa.

Proposta per un accordo Uomo-Zanzara

Non ci state simpatiche, non ci piacete. Forse servite ma avete un modo insopportabile di comportarvi. Forse come adolescenti viziati volete solo farvi notare.
Lo fate sbagliato però, lasciatevelo dire.

Allora vi proponiamo una tregua. Più che una tregua è una proposta di ottimizzazione del processo.

Noi vi lasciamo pungere un nostro esemplare. Poi però voi pungete solo quella vostra collega che ha effettuato il prelievo. Non si sa come, vedetevela fra di voi. Spartitevi il bottino. Non siamo sacche di sangue, abbiamo una dignità anche noi.

Giudizio finale: avete rotto e la catena alimentare ve la siete inventata voi. E potreste essere una dimostrazione del fatto che Dio non esiste, perché siete più fastidiose e inutili di una gastroendoscopia per curare un raffreddore.

More

Altri articoli

Numeri

I numeri hanno un fascino indiscutibile: danno l’impressione di capire la realtà

La medicina Murakami

«Prima persona singolare», di Murakami Haruki

La primavera

Contrariamente a migliaia di persone non ho niente contro Fabio Volo. Le nostre vite non si intersecano né lo faranno mai, quindi chissene. Però una volta ho letto un suo libro.
E l’ho recensito.

IT