Il bidet

Sconosciuto praticamente ovunque, è apprezzato in Italia. Perché in fondo siamo un popolo civile.

Questa recensione dovrebbe essere in francese e dovrebbe intitolarsi “La superiorità del popolo italiano e l’utilizzo del bidet”. O in inglese anche, visto che l’uso del suddetto sanitario è sconosciuto anche negli Stati Uniti e in Inghilterra. E anche in Giappone e in Turchia, a dire il vero. Alla fine il bidet lo usiamo solo noi italiani. Il che depone a favore della nostra superiorità no? O almeno della nostra singolarità.

 

Comunque: si dice che il bidet — il cui uso non ha bisogno di spiegazioni per un italiano — sia considerato da un francese o da un anglosassone o finanche da uno svedese come, alternativamente:

  • Una microvasca per infanti
  • Un lavandino per bambini
  • Un urinatoio orizzontante — perché gli italiani sono strani
  • Un vaso da fiori da bagno, stranamente sempre privo di fiori — perché gli italiani sono svagati e minchioni

Curiosamente il bidet fu inventato in Francia a cavallo del 17° e 18° secolo ma non se ne riuscì a capire bene l’utilizzo (davvero). Venne quindi adottato nei bordelli per le abluzioni delle prostitute e identificato subito dai benpensanti come indicativo, appunto, di luogo di meretricio, quindi lungi da me non lo voglio in casa mia.

 

I francesi insomma inventano una cosa utile ma il loro concetto di igiene personale evidentemente non eguagliava la brillantezza dell’idea e se ne disinnamorano presto. O peggio: la condannano pure. Come se, chessò, un italiano avesse inventato il telefono e non se ne fosse preso il merito, anzi: se lo fosse preso un americano. Incredibile no?

 

Invece gli italiani se ne appropriarono, mantenendo pure il nome francese, come tributo forse o più probabilmente, data l’inclinazione italiana ad associare a tutto ciò che è francese una precisa aura di eleganza per definirlo meglio come oggetto da bagno di grande raffinatezza, distintivo di una casa patrizia. Avere il bidet era per gli italiani una cosa da ricchi, per i francesi una cosa da puttane. Pensa te.

 

Resta il problema che l’assenza di bidet oltre le Alpi o superato il Mediterraneo o l’Atlantico indica una sola cosa: che il resto del mondo non si lava dopo, oppure lo fa nel lavandino. Nel lavandino, intendiamoci. O nella doccia. Perché è pratico farla all’autogrill e poi farsi una doccia, certo.
È vero, nemmeno in Italia ci sono bidet all’autogrill ma questa parte non la traduciamo e lasciamo il dubbio agli stranieri che sì, negli autogrill italiani ci sono anche i bidet. E se poi vengono e non li trovano gli diciamo che sono in manutenzione. Perché noi i bidet li usiamo tanto e con fierezza.

__
Leggi anche:

Adoro il progmetal

Solo negli anni ’70 riuscivano strafatti a mettere 5 canzoni dentro una sola. Forse ce la facevano perché erano strafatti

Berlino, anno 2015

Tornare a Berlino 17 anni dopo esserci stato la prima volta.

46 — A Love Supreme

Come ogni anno, nel giorno del mio compleanno mi scrivo una lettera

IT
EN IT

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.