__
Cellule

Mesi dopo aver fatto questi disegni passeggiavo per strada e ho notato un fregio su un edificio. L’avrò visto mille milioni di volte senza mai averlo visto davvero bene. 

Aveva qualcosa di familiare e dopo un po’ capii: assomigliava a delle cose che avevo disegnato tempo prima. Non era identico e raffrontandoli si noterebbero più differenze che somiglianze eppure c’era qualcosa di comune fra di loro. 

Capii improvvisamente che forse il mio occhio aveva notato quel fregio e la mia memoria l’aveva registrato. In maniera inconscia, così come inconsciamente quelle forme era ritornare a galla anni dopo, senza che l’origine fosse ricordata. Era in qualche posto, nella mente. Era riaffiorata poi e dopo altro tempo il cerchio si era chiuso. 

Il nome “Cellule” di questa serie si riferisce sia alla forma degli elementi che le compongono che alla memoria delle cellule. Un loro codice che non è magari visibile ma che c’è, e ogni tanto riaffiora.

IT

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.