Marcello Mastroianni

Se gli uomini hanno un’epoca o un tempo storico, Mastroianni era fuori dal tempo

 

Marcello Mastroianni era l’uomo più bello del mondo. Non c’è altro attore, altro uomo, altro esemplare di creatura vivente di sesso maschile che possa eguagliarlo.

 

La bellezza è soggettiva ed è parimenti un fattore, un attributo squisitamente assoluto. Sembra un paradosso — che il soggettivo sia anche assoluto — ma la vera bellezza è soggettiva e assoluta e Marcello Mastroianni era un’opera d’arte vivente, ed era bello e assoluto.

 

Come può un’opera d’arte essere assoluta? Deve essere fuori dal tempo. Può invecchiare, può anche morire, dissolversi, non avere più alcuna tangibilità o apparenza ma tale resta nell’eternità. Perché Mastroianni era al di fuori di ogni tempo e come tale era consegnato all’eternità.

 

Con quello sguardo carico di sottintesi, quel sorriso sapiente, quell’eleganza puntuale e svogliata lui aveva vissuto, lui aveva conosciuto, lui aveva solcato i mari del tempo ed era approdato altrove.

 

Da quei porti distanti e irraggiungibili lui sorrideva, inarcava le labbra e paternamente ci diceva Io so, io ho vissuto.

 

Ed era uno sguardo lontano ma presente, come di chi non è qui con noi ma è presente, misteriosamente. Perché sentiamo quel suo abbraccio, quella sua conoscenza di cose che mai vedremo o di cui mai ci accorgeremo. Ma che esistono perché lui le ha viste.

 

Mastroianni sapeva e sorrideva e paternamente ci sussurrava che andava tutto bene, che forse era tutto inutile ma che tutto era anche così carico di sapienza e necessità. Niente serviva, niente era necessario ma bisognava pur sempre farlo.

 

Un nuovo film, una nuova opera. Per avvicinarsi a quei porti sconosciuti cui lui era approdato e da cui ci sorrideva.

 

Mastroianni era fuori dal tempo e oltre l’incomprensibile presente. Poteva permetterselo perché lui non aveva tempo, o almeno non il nostro.

 

Per noi aveva un sorriso e uno sguardo che tranquillizzava, non spiegando.
Non c’è niente da spiegare, tutto è incomprensibile.
Tutto è più facile quando ci sorride Mastroianni.
Non dicendo niente, neanche una parola, neanche una spiegazione. Sorridendo, mastroianamente.

 

Giudizio finale: chi supera le correnti del tempo? Chi attinge all’eternità? Marcello Mastroianni.

IT
EN IT

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.